Progetti AIMA

I progetti gestiti da AIMA Onlus Reggio Emilia sono:
Caffè Incontro

Centro di Ascolto
Gruppi di Sostegno
Incontri Informativi
Pomeriggi in Palazzina
Tempo d’Incontro

Le attività rivolte a persone malate di Alzheimer o altre forme di demenza – e ai familiari che li assistono – si realizzano in convenzione con l’Ufficio di Piano del Distretto di Reggio Emilia, il Servizio Sociale Integrato dell’Unione Comuni Pianura Reggiana, il Nuovo Ufficio di Piano Unione Comuni Bassa Reggiana, l’Ufficio di Piano dell’Unione dei Comuni della Val d’Enza, in collaborazione con il Programma Anziani e Fragilità dell’Azienda USL di Reggio Emilia.

L’associazione e le attività

Presente a Reggio Emilia dal 1997, Aima aiuta le famiglie delle persone malate di demenza esprimendone le principali necessità e offrendo servizi per sostenerle e accompagnarle nel faticoso lavoro di cura, realizzando così una rete di solidarietà e aiuto che “fa la differenza” per le famiglie e i malati.

Aima promuove attività rivolte a familiari, persone malate e operatori: consulenze psicologiche, legali, ambientali, gruppi di sostegno, supporto e assistenza domiciliare gratuiti, stimolazione psico-motoria e cognitiva per le persone malate, corsi di formazione e informazione sulle diverse problematiche della malattia.

In particolare, nel corso dell’anno 2016, grazie a una convenzione tra Comune di Reggio Emilia, Azienda USL e Farmacie Comunali Riunite (Fcr) nell’ambito della programmazione del Fondo regionale della non autosufficienza a valenza distrettuale, il Centro di ascolto Aima ha avuto complessivamente 546 contatti, di cui 98 risultano essere nuovi accessi. Solo per lo più le figlie (che rappresentano il 48% sul totale) che contattano il Centro, seguono i figli, le mogli, i mariti. 
Il careviger principale, ossia la persona che in modo più continuativo si occupa della persona malata, è costituita nel 48% dei casi dal coniuge, nel 43% dei casi dai figli, nel 6% dalle assistenti familiari e nel 3% da un altro familiare o dal personale specializzato nella struttura in cui la persona è ospite.

Nel 2016 l’aiuto offerto ai nuovi accessi si è rivolto a famiglie con dubbi e incertezze sulla probabilità della presenza della malattia ed a familiari che hanno richiesto informazioni, strategie e sostegno nelle diverse fasi dei percorsi. Si sottolinea la richiesta di aiuto da parte di familiari con persone malate di demenza in età giovanile (dai 50 anni) e in età pre-senile (dai 60 anni).
 Oltre a un lavoro territoriale in forte sinergia con i Servizi sociali e sanitari, del mondo del privato sociale e del volontariato, Aima è impegnata in attività di sensibilizzazione e informazione sul tema e di raccolta fondi.

Guarda i video

Nella video-intervista “Senza Memoria” la nostra Presidente Simonetta Cavalieri racconta la storia e i progetti Aima Reggio Emilia:

Guarda – per gentile concessione di Telereggio – le riprese dell’intervista a “Buongiorno Reggio” di mercoledì 20 maggio 2015, nella quale vengono presentate le attività dell’Associazione a sostegno di persone affette da demenza e Alzheimer a Reggio Emilia, il progetto Caffè Incontro e il docufilm Al di là del tempo, oltre le parole di Giuditta Mora. Stefania Bondavalli di Telereggio intervista la nostra Vicepresidente Renata Azzali, la familiare Paola Torreggiani e la dott.ssa Federica Aleotti, psicologa del Programma Anziani e Fragilità dell’AUSL di Reggio Emilia.